giovedì 16 febbraio 2017

The Chemist. La specialista - Stephenie Meyer

Casa editrice: RIZZOLI
Anno di pubblicazione: 2016

Nr. pagine: 538

Prezzo di copertina: € 20,00


Voto personale:


 
"Lei lavorava per il governo degli Stati Uniti, per un’agenzia così segreta che non ha neanche un nome. È un’esperta nel suo campo, ma adesso sa qualcosa che non dovrebbe sapere, e i suoi ex capi la vogliono morta. Subito. Non può restare a lungo nello stesso posto, né mantenere la medesima identità per troppo tempo, e l’unica persona di cui si fidava è stata uccisa. Quando le viene offerta la possibilità di mettersi in salvo, in cambio di un ultimo lavoro, lei accetta, ma nel momento in cui si prepara ad affrontare la sfida più dura, si innamora di un uomo. E sarà una passione che può soltanto diminuire le sue possibilità di sopravvivenza. Mentre tutto si complica, la Specialista sarà costretta a mettere in pratica il suo «talento» come mai prima. In un mondo in cui i rapporti di fiducia mutano di continuo, dovrà muoversi con ingegno e astuzia per proteggere se stessa e l’uomo che ama."
 


_________________________


Juliana Fortis lavora per un’agenzia segreta , così segreta che neanche ha un nome.
Juliana è una dottoressa, scienziata e ricercatrice e il suo compito è quello, insieme al Dott. Barnaby (ormai diventato per lei come un padre), di creare delle soluzioni chimiche capaci di provocare dolore o di far dire la verità, utili per gli interrogatori della società.
Probabilmente però Juliana e Barnaby hanno sentito qualcosa che non dovevano e per questo motivo il Dott. Barnaby viene ucciso e Juliana è costretta a fuggire.
Per ben tre anni lei sopravvive cambiando continuamente identità e nascondendosi dall’agenzia che la vuole morta.
Un giorno però viene contattata da Carston , il suo ex datore di lavoro.
L’agenzia è in difficoltà con un caso molto pericoloso e ha bisogno di lei, perché solo lei è qualificata per riuscire in un’impresa di tale gravità.
Degli esponenti del terrorismo vogliono diffondere un virus mortale tra la popolazione; un loro corriere è incaricato di rilasciare il virus in diversi paesi in modo da provocare un’epidemia a livello mondiale.
Naturalmente Alex, così si fa chiamare ora Juliana, non può ignorare la questione dato che sono in gioco così tante vite umane.
Che sia una trappola? Può darsi, ma lei non può rischiare …
Per cui sceglie di incontrarsi con Carston ed inizia a studiare i fascicoli che il suo ex datore di lavoro le lascia.
L’agenzia è riuscita ad individuare il corriere incaricato dal gruppo terroristico: si chiama Daniel Beach.


"Ventinove anni. Carnagione chiara, alto, corporatura media, capelli castano chiaro lievemente mossi. Occhi nocciola.
...Attualmente Daniel insegnava storia e inglese in una scuola superiore... Allenava la squadra femminile di pallavolo e sovrintendeva al consiglio studentesco.
Aveva vinto il premio come insegnante dell'anno - votato dagli studenti - per due anni di fila.
Negli ultimi tre, sin dal divorzio, Daniel aveva passato l'estate a lavorare come volontario con Habitat for Humanity..."

Chiaramente un uomo insospettabile, proprio quello giusto per riuscire in un’impresa del genere e passare inosservato.
Alex è intenzionata a rapirlo e ad interrogarlo per riuscire a risalire anche ai nomi dei suoi superiori.
Al termine delle lezioni scolastiche, lo segue in metropolitana e si avvicina a lui con una siringa in tasca.
Tra una fermata e l’altra riesce a somministrargli il siero e questo a poco a poco inizia a fare effetto.
Non lo addormenta subito, inizialmente il siero deve solamente intontirlo in modo che Alex riesca a portarlo in macchina facendoli credere di essere una dottoressa che vuole solo aiutarlo dato che non si sente bene.
Poco prima che la mente di Daniel si annebbi però, quest’ultimo attacca bottone con Alex e le chiede di uscire a cena.
E’ carino con lei, molto gentile e questo la manda in confusione.
Però non è il momento di perdere la testa, Alex ha un piano da mandare avanti.
Porta Daniel sulla sua macchina e lo convince che si stanno dirigendo all’ospedale.
Confortato da questa notizia Daniel si addormenta beatamente.

Al suo risveglio però si ritrova nudo legato su un lettino di laboratorio.
E’ nel panico. Come ci è arrivato li? Chi ce lo ha portato?
L’ultimo ricordo presente nella sua memoria è legato alla ragazza carina che ha conosciuto in metropolitana.

Ed eccola che spunta dalla penombra, con addosso un camice e una siringa in mano.
Ha un’aria minacciosa.
Vuole sapere qualcosa da lui.. ma cosa?



                  _________________________


Con questo ho finalmente letto tutti i libri della Meyer!
Ho amato la saga di Twilight, mi è piaciuto molto anche The Host ma questo thriller mi ha proprio stupito!
E' una storia che mi ha ricordato per certi versi “Mr. And Mrs. Smith”.
E’ sicuramente un libro che mi ha appassionato moltissimo.
Si tratta di un genere molto diverso da quello "vampiri" al quale siamo abituati ad associare Stephenie Meyer.
La scrittrice è stata attenta ad ogni dettaglio e ha reso il suo thriller, grazie alle descrizioni ben studiate di armi chimiche, congegni d'allarme e missioni segrete, emozionante e coinvolgente.
E' riuscita inoltre a non cadere nei soliti cliché.
La protagonista non è la classica agente 007 sexy e avvenente, ma una ragazza nerd, bassa e di aspetto normale. Non è abituata ad interagire con le persone, specialmente con gli uomini.
Anche Daniel non è il classico uomo coraggioso, esperto e sprezzante del pericolo, tipico di questo genere letterario.
Questo ruolo è piuttosto ricoperto da Kevin Beach, il fratello di Daniel. Mi è piaciuto molto il suo personaggio e la dinamica scherzosa che si viene a creare tra lui e Alex/Juliana.
Ma mi fermo qui, altrimenti vi rivelo troppi particolari!
E' un libro davvero coinvolgente!
Leggetelo!
 

Nessun commento:

Posta un commento