lunedì 17 ottobre 2016

Harry Potter e la pietra filosofale - J.K. Rowling

Casa editrice: SALANI EDITORE
Anno di pubblicazione: 1998

Nr. pagine: 302

Prezzo di copertina: € 16,80


Voto personale:



"Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano."
 
_________________________
 

Harry Potter è famoso nel mondo dei maghi perché, quando era appena un neonato, Lord Voldemort ha ucciso i suoi genitori ma non è riuscito ad uccidere lui.
C'è chi crede che dopo quell'episodio Lord Voldemort se ne sia andato per sempre e chi invece è convinto che sia rimasto in fin di vita e si sia nascosto da qualche parte aspettando il momento per riprendere il potere.

Harry nel frattempo viene affidato ai suoi unici parenti in vita: i Dursley, una famiglia di Babbani (persone senza poteri magici).


Zia Petunia (sorella di Lily Potter) e zio Vernon insieme al loro figlio Dudley odiano profondamente Harry, sanno della sua "anormalità" (come chiamano loro la magia) ma non dicono nulla al ragazzo e lo trattano come se fosse un loro servo, senza mai dimostrargli un po' di affetto.

Un giorno Harry riceve una lettera da Hogwarts, un luogo che non ha mai sentito nominare.
Zio Vernon, che invece sa benissimo chi è il mittente, fa di tutto per impedirgli di leggerla e la straccia.
Dal quel momento in poi la casa viene assaltata da stormi di gufi che recapitano infinite copie di quella lettera.


I Dursley tentano di scappare in un luogo lontano per non farsi più trovare, ma una sera arriva Ruberus Hagrid ,che ha il compito di prendere Harry e portarlo nella famosa scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.


Hagrid spiega ad Harry di essere un mago e lo accompagna a Diagon Alley per comprare l'occorrente per iniziare il suo primo anno scolastico.

E' arrivato il momento per Harry di raggiungere la stazione di King's Cross, dove al binario 9 e 3/4 è in partenza il treno espresso per Hogwarts.


Sul treno Harry fa la conoscenza di Ron Weasley ed Hermione Granger , quelli che poi diventeranno i suoi migliori amici e compagni di (dis)avventure.

Arrivati al castello di Hogwarts gli alunni del primo anno vengono accolti dal resto della scuola nella Sala Grande dove ci sarà la cerimonia di smistamento.


Sarà il vecchio Cappello Parlante a decidere in quale squadra collocare gli studenti: Grifondoro, Tassorosso, Corvonero o Serpeverde.
Sia Harry che Ron e Hermione finiscono nella casa dei Grifondoro.

Iniziano le lezioni e i tre ragazzi imparano presto i primi piccoli incantesimi.
Harry e Ron non sono molto bravi a rispettare le regole della scuola e spesso si ritrovano nei pasticci.
Una delle regole fondamentali di Hogwarts è quella di non farsi trovare nei corridoi della scuola di notte e il terribile custode Argus Gazza insieme alla sua gatta Mrs Purr sono abili nel sorprendere e punire gli alunni che vengono scoperti a trasgredire alle regole.
E' proprio cercando di nascondersi da Gazza che i ragazzi scoprono una stanza dove un enorme cane a tre teste sorveglia una botola.


A cosa sta facendo la guardia il cane? Cosa si trova nella botola?

Harry Ron ed Hermione ci mettono poco tempo a scoprirlo.
Nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts è custodita la Pietra Filosofale, una pietra in grado di creare l'elisir di lunga vita.
I ragazzi scoprono anche che qualcuno sta cercando di rubarla e il principale sospettato è Severus Piton, l'insegnante di Pozioni.
Da quel momento i tre alunni faranno di tutto per impedire che la Pietra venga sottratta, affrontando prove difficili e molto pericolose e rischiando addirittura la loro vita.
Ma Harry avrà presto una grossa sorpresa... non è Piton che cercava di rubare la Pietra, ma Lord Voldemort che, ancora privo di poteri, sta cercando un modo per risorgere.

_________________________
 
"Non hai mai letto i libri di Harry Potter???"
Ebbene sì, un po' me ne vergogno e all'età di 26 anni sto facendo ammenda.
Posso dire però di aver visto almeno i film che mi sono piaciuti moltissimo.
Sono sorpresa e contenta nel constatare che il film è rimasto per la maggior parte fedele al libro.

Solitamente preferisco leggere prima il romanzo e poi vedere la sua trasposizione cinematografica.
In questo caso ormai il "danno" era già fatto, ma la cosa non mi ha affatto disturbato, anzi mi ha invogliato a leggerlo con attenzione e ad arrivare in fretta fino alla fine.
Immaginare Harry, Ron, Hermione, Silente e gli altri personaggi, avendo già visto il film, è stato un gioco da ragazzi e mi ha reso la lettura ancora più piacevole e scorrevole.

Ho deciso di leggere la saga per mia cultura personale e questo libro, scritto in modo semplice e adatto ai bambini, si è guadagnato il massimo del mio punteggio!

 

Nessun commento:

Posta un commento