giovedì 6 ottobre 2016

Colazione da Darcy - Ali McNamara

Casa editrice: NEWTON COMPTON 
Anno di pubblicazione: 2013

Nr. pagine: 367

Prezzo di copertina: € 5,90


Voto personale:



"Quando Darcy McCall perde l'adorata zia Molly, l'ultima cosa che si aspetta è di ricevere in eredità un'isoletta in mezzo al mare. Secondo le ultime volontà della donna, però, per entrarne in possesso, Darcy dovrà trascorrere almeno dodici mesi sull'isola di Tara, al largo delle coste occidentali dell'Irlanda. Una bella sfida, non c'è che dire, per una come lei, abituata alla frenetica vita londinese. Ma forse un cambiamento è proprio ciò di cui Darcy ha bisogno, così, senza quasi rendersene conto, da un giorno all'altro si ritrova a dover dire addio alle amate scarpe con il tacco per indossare un paio di orribili stivali. Adattarsi alla spartana vita dell'isola sarà un'impresa tutt'altro che facile, ma nel ristorantino appena aperto, tra una tazza di tè e i biscotti fatti in casa, Darcy scoprirà che l'isola ha molto da offrire... E dopo le difficoltà iniziali, il calore e l'affetto della piccola comunità di Tara finiranno per conquistare anche la mondana Darcy. Nuovi amici e forse un nuovo amore l'attendono dietro l'angolo: chi, tra l'affascinante Conor e il testardo Dermot, saprà far battere il suo cuore?"

Se vi venisse proposto di lasciare tutto (parenti e amici, comodità, ecc...) e di andare a vivere per un anno su un'isola con un gruppo di persone sconosciute, lo fareste?
Se vi chiedessero di abbandonare la vostra quotidianità, il vostro lavoro e di formare su quest'isola una piccola comunità che possa vivere lì stabilmente, accettereste?
E' proprio quello che Molly chiede alla nipote Darcy nel suo testamento come condizione per poter ereditare tutto il suo ingente patrimonio.
La zia Molly è proprietaria dell'isola di Tara,  un isolotto ormai disabitato da anni,  e chiede a Darcy di trasferirvisi per un anno con un gruppo di almeno quindici persone, con lo scopo di ricostruire una cittadina e ripopolare quella terra ormai abbandonata che ha significato così tanto nella sua adolescenza.
Darcy inizialmente è sconvolta e non vorrebbe lasciare la mondanità londinese ma ha bisogno di soldi per poter mantenere il suo stile di vita agitato e poter comprare infinità di vestiti e tacchi a spillo, perciò suo malgrado accetta la sfida.
A seguito di vari annunci su Internet e svariati colloqui riesce a mettere insieme un gruppetto di persone disposte a seguirla per cambiare radicalmente il loro stile di vita.
L'inizio non è dei migliori e ogni giorno si presentano nuovi problemi, ma i protagonisti li affrontano come una vera comunità unita e, poco alla volta, da perfetti sconosciuti diventano amici e compagni di avventure.
Anche Darcy, già dopo poco tempo, non riesce più a riconoscersi nella ragazza viziata e snob che era prima di sbarcare sull'isola.

Mi è piaciuta moltissimo l'ambientazione della storia e la descrizione che l'autrice ne fa di questo splendido paesaggio dell'Isola di Tara (ispirata ad un'Isola al largo della Costa sud-occidentale dell'Irlanda).
Ho apprezzato molto i protagonisti Darcy e Dermot che, nella mia immaginazione, ho subito associato a Lorelai e Luke di "Una mamma per amica".
Inizialmente ho pensato che la storia, anche se originale, fosse un pochino improbabile, ma mi sono dovuta ricredere strada facendo!
Il finale non è per niente scontato; è una commedia romantica che vale proprio la pena di leggere!
 

Nessun commento:

Posta un commento