giovedì 3 marzo 2016

Pasta pasticciata

Ieri sera abbiamo avuto a cena Davide, il mio ragazzo, e ho deciso di preparare una bella teglia di pasta pasticciata.
Era una vita che non la mangiavo, e poi a chi non piace la pasta pasticciata?!
Mio papà sostiene che tutti sanno fare la pasta pasticciata, è elementare.
Ho voluto verificare quest'affermazione e ho chiesto a mia sorella (lei è negata in cucina ahahah, sono cattiva lo so!) di spiegarmi il procedimento per cucinarla.
La sua risposta è stata: prepari la pasta e la inforni in una teglia con il ragù e la besciamella comprati ed è fatta!
Se siete di fretta è molto più facile farla in questo modo, ma se avete un po' di tempo in più potete fare voi stessi sia il ragù che la besciamella. Una vera soddisfazione!
Ed eccovi la mia ricetta.
 
PASTA PASTICCIATA (per 6 persone)



Difficoltà: FACILE
Preparazione: 55 MINUTI
Cottura: 50 MINUTI
 
Ingredienti:
500 gr di pasta (in questo caso ho utilizzato le mezze penne rigate, le mie preferite!)
Acqua q.b.
Sale grosso q.b.
Qualche fettina di prosciutto cotto
Grana q.b.
2 sottilette
Burro q.b.
PER IL RAGU':
300 gr di carne macinata
Olio d'oliva q.b.
1 carota
1 gambo di sedano
1/2 cipolla
1/2 dado
1 bottiglia di passata di pomodoro
1 bicchiere di vino (bianco o rosso a piacere)
PER LA BESCIAMELLA:
1 lt di latte
1 noce di burro
2 cucchiai di farina "00"
Sale q.b.
  
Procedimento:
Per prima cosa dovete preparare il ragù.
Soffriggete in una pentola con un filo di olio la mezza cipolla sminuzzata.
Tritate anche la carota e il sedano ed aggiungete al soffritto.
Aggiungete anche la carne macinata (e se volete, per dare più sapore, anche un salamino crudo privato della pelle)  e fate rosolare per qualche minuto a fuoco vivo.
Versate nella pentola un bicchiere di vino; solitamente uso sempre quello bianco ma ieri non l'avevo a portata di mano , ho utilizzato il vino rosso e non ho notato nessun cambiamento nel risultato.
Fate evaporare il vino a fuoco vivo dopodiché aggiungete anche il mezzo dado e la passata di pomodoro e fate cuocere a fuoco lento.
Io ho utilizzato quasi tutta la bottiglia di pomodoro inoltre, durante la cottura, ho aggiunto mezzo bicchiere d'acqua perché ho notato che il ragù si stava asciugando un po' troppo.
Il ragù deve cuocere circa 30 minuti a fuoco lento e a pentola chiusa.
Mescolate di tanto in tanto e a cottura ultimata frullate leggermente con il minipimer per sminuzzare il ragù.

Ora cuocete la pasta in acqua salata e ricordatevi di lasciarla un po' al dente.
 
Preparate anche la besciamella.
Mettete in una pentola il latte e i due cucchiai di farina.
Fate sciogliere bene la farina per non formare dei grumi aiutandovi con uno sbattitore.
Aggiungete anche un pizzico di sale e una noce di burro.
Fate cuocere a fuoco lento tenendo sempre mescolato fino a che la besciamella non si addensa.
 
 
Ora foderate una teglia (deve avere i bordi un po' alti) con la carta da forno.
Stendete la pasta, versateci sopra il ragù, la besciamella e le fettine di prosciutto cotto sfilacciato e mescolate uniformemente.
Mettete anche una spolverata di grana, qualche scaglietta di burro e pezzettini di sottiletta qui e là e infornate a 160° in forno statico per circa 10/15 minuti. Et voilà!
 
 


Nessun commento:

Posta un commento