lunedì 14 marzo 2016

Il libro del domani - Cecelia Ahern

Casa editrice: MONDADORI
Anno di pubblicazione: 2010
Nr. pagine: 358
Prezzo di copertina: € 9,90

Voto personale: ❤❤❤❤



" Tamara Goodwin non ha mai dovuto preoccuparsi del futuro. La vita, finora, è stata molto generosa con lei: tanti soldi, una lussuosa villa sul mare, pomeriggi di shopping sfrenato con le amiche, un fidanzato diverso ogni settimana... Ma adesso suo padre se n'è andato per sempre, lasciando dietro di sé solo dolore, incredulità e una lunga lista di debiti. Tanto che lei e la madre sono costrette a trasferirsi da Dublino a casa degli zii di campagna, Rosaleen e Arthur, che Tamara ha sempre trovato ridicoli e imbarazzanti. Nella verde e sonnacchiosa contea di Meath sembra che non ci sia proprio nulla da fare, e Tamara per la prima volta ha il tempo di stare un po' sola con se stessa, e fare i conti con il vuoto che la sua vita di prima le ha lasciato dentro. Finché, durante una delle sue passeggiate al misterioso castello di Kilsaney, si imbatte in una bizzarra biblioteca ambulante. Affascinata dalle pile di vecchi libri, e da Marcus, il ragazzo molto carino che se ne occupa, Tamara scopre un piccolo tesoro: un libro diverso da tutti gli altri, senza autore né titolo, chiuso da un fermaglio dorato. Un libro capace di raccontare ciò che ancora non è stato scritto. Complice una magia che metterà a dura prova le certezze cui Tamara si è sempre affidata, quel libro cambierà la sua vita. E la ragazza che non aveva mai dovuto desiderare nulla troverà finalmente il coraggio di inventare i propri sogni. " 


Tamara è una ragazza ricca e viziata.
E' abituata sin da piccola ad avere tutto quello che vuole, non è in grado di riconoscere ed apprezzare il valore di ciò che le sta intorno.
Persino i rapporti con i suoi genitori sono pressoché inesistenti.
Sua mamma Jennifer è una bellissima donna, elegante, la perfetta padrona di casa nei party che vengono organizzati nella loro lussuosissima casa.
Suo papà George è un uomo molto intelligente, buono e premuroso verso la famiglia, ma l'enorme successo economico raggiunto gli fa perdere il controllo della ragione.
E' un uomo che vuole sempre di più di quello che ha e, purtroppo commette degli errori che gli lasciano una lunga lista di debiti e una situazione disastrosa.
Vergognandosi nei confronti della sua famiglia decide di togliersi la vita.
Mamma e figlia sono sconvolte per la tragica perdita.
Per coprire i debiti vengono pignorati tutti i loro beni, villa compresa, pertanto sono costrette a trasferirsi altrove, ma non sapendo dove andare vengono ospitate da Rosaline e Arthur, gli zii che abitano in campagna.
Jennifer piomba in uno stato quasi catatonico causato dal dolore, passa tutta la sua giornata seduta su una sedia, nella sua nuova camera, a guardare fuori dalla finestra. Non parla con nessuno, non sembra provare più nessun sentimento, quasi non mangia e sembra non rendersi conto né di sé stessa né delle persone che la circondano.
Tamara è allo stesso tempo preoccupata per la madre e disgustata dalla sua nuova vita: non sopporta Rosaline, sempre intenta a cucinare qualcosa che potrebbe sfamare il mondo intero, e non sopporta Arthur , sempre silenzioso e succube di Rosaline. Non sopporta la sua nuova camera così spoglia e non sopporta la campagna, priva di qualsiasi bar o negozio o forma di svago.
Rosaline le sta sempre alle calcagna, perennemente preoccupata della sua salute e del suo appetito, così Tamara decide di avventurarsi nella campagna circostante per schiarirsi un po' le idee.
Scopre così l'esistenza di un castello in rovina, il castello di Kilsaney.
Un luogo che l'affascina e la incuriosisce, un castello che è stato abbandonato in seguito ad un catastrofico incendio dove sono rimaste uccise diverse persone.
Vicino al rudere scopre anche un convento con annesso un giardino, dove Tamara fa la conoscenza di Suor Ignatius, una monaca molto simpatica che diventa a poco a poco sua amica.
Anche Marcus, un ragazzo molto carino e proprietario di una libreria itinerante, diventa amico di Tamara. Insieme fanno la scoperta di uno strano libro, chiuso con un grosso lucchetto.
Tamara, incuriosita, decide di tenersi il libro perché vuole aprirlo e scoprirne il contenuto.
La scoperta del libro ed i sempre più insistenti dubbi che Tamara nutre nei confronti della strana zia Rasaline, portano la ragazza a farsi molte domande...
Giorno dopo giorno metterà insieme i pezzi del puzzle riguardante il passato della contea di Kilsaney e ciò che scoprirà cambierà per sempre la sua vita.
 
Proprio come la protagonista è stata attratta dal misterioso libro, così io sono stata attirata a comprare "Il libro del domani" di Cecelia Ahern.
Non lo cercavo, non sapevo cosa volevo, mi è capitato in mano e mi sono incuriosita.
In passato avevo già letto un suo romanzo molto famoso da cui è stato tratto anche un bellissimo film "P.S. I love you" e me ne ero innamorata.
La sua capacità di scrittrice non mi ha deluso neanche questa volta.
Il racconto è molto coinvolgente. I
nizia con un momento drammatico e si sviluppa quasi come un thriller che mi ha tenuta incollata fino alla fine, con l'aggiunta di un solo elemento magico per rendere il tutto un po' più leggero: il libro del domani.
Romanzo consigliatissimo!
Non vedo l'ora di leggerne altri di Cecelia Ahern e di scrivervi un'altra recensione!




 

Nessun commento:

Posta un commento