lunedì 14 marzo 2016

Coniglio in salmì

Se il sabato sera si esce a mangiare in compagnia di amici ,generalmente la domenica a casa mia facciamo una bella reunion famigliare per cena: mamma, papà, Cristina e Nicholas (mia sorella e il suo ragazzo) e Davide (il mio amore!).
Ieri sera abbiamo avuto il piacere di avere ospite anche un nostro caro amico e ovviamente sono andata alla ricerca di una ricetta un po' particolare , per non fare il solito polpettone con patate al forno.
Ho trovato la ricetta del coniglio in salmì, molto simile al brasato.
Se devo essere sincera non sono una grande amante del coniglio perché ha tantissimi piccoli ossi e bisogna stare molto attenti quando lo si mangia.
Cucinato in questo modo però, e accompagnato da un fantastico purè di patate, era così buono che l'ho veramente mangiato di gusto, e come me anche i miei ospiti.
Purtroppo mentre preparavo il coniglio ho dovuto fare una marea di altre cose in casa e mi sono completamente dimenticata di fare le foto del procedimento e l'unica foto che ho fatto al piatto non è venuta questo gran che. :-(
Va beh , vedrò di cucinarlo di nuovo e di sostituire le foto con alcune più decenti :-)
Nel frattempo vi lascio la ricetta....

CONIGLIO IN SALMI' ( PER 4 PERSONE )


 
Difficoltà: FACILE
Tempo di riposo: 12/24 ORE
Tempo di cottura: 50/60 MINUTI

Ingredienti:
1 coniglio del peso di circa kg 1,2

PER LA MARINATURA:
1 lt di vino rosso 
2 cipolle 
2 rametti di rosmarino 
2 spicchi di aglio 
2 rametti di timo 
1 costa di sedano 
4 foglie di salvia 
1 mazzetto di prezzemolo 
2 foglie di alloro 
4 foglie di basilico 
1 stecca di cannella 
1 carota 
2 cucchiai di farina 
6 cucchiai olio oliva 
sale 
4 grani di pepe

Procedimento:
Eliminate la testa, il grasso e gli organi interni dal coniglio, poi tagliatelo a pezzi, lavatelo e tamponatelo con della carta da cucina.

Preparate la marinatura : in una ciotola capiente mettete il coniglio, la cipolla sbucciata e tagliata a pezzi grossolani, una carota sbucciata e tagliata a rondelle, la costa di sedano a pezzetti, l’aglio sbucciato e schiacciato, il rosmarino, il timo, i chiodi di garofano, la cannella, i grani di pepe, le foglie di salvia, le foglie di basilico, l'alloro e il prezzemolo.
Coprite il tutto con il vino rosso, aggiungete un paio di prese di sale e sigillate la ciotola con della pellicola trasparente (o copritela con un coperchio) e mettete il tutto a macerare in frigorifero per un minimo di 12 fino ad un massimo di 24 ore.

Trascorso il tempo di macerazione, sgocciolate il coniglio, tamponatelo con carta da cucina e infarinate i vari pezzi.

In una padella, mettete l’olio e la cipolla rimasta tritata finemente ad appassire a fuoco basso per 10-15 minuti; trasferite la cipolla in una padella o tegame capiente (che possa contenere il coniglio e successivamente anche le verdure e il vino della marinata)aggiungete i pezzi di coniglio infarinati e fateli dorare da entrambi i lati.

Nel frattempo sgocciolate anche le verdure e le spezie, frullatele al mixer, ed unitele al coniglio; lasciate rosolare per 5 minuti a fuoco dolce rigirando di tanto in tanto.

A questo punto aggiungete la marinata rimasta (ormai solo il liquido), che dovrà più o meno coprire il coniglio, mettete sul tegame il coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce per almeno 50-60 minuti.
Il coniglio col suo sugo è ottimo accompagnato dalla polenta oppure dal purè come ho fatto io!
 

Nessun commento:

Posta un commento