sabato 31 ottobre 2015

Esperienza Expo 2015 Milano

Ed eccoci arrivati al 31/10/2015, giornata conclusiva dell'Expo 2015 e io voglio raccontarvi in poche parole la mia esperienza e mostrarvi le foto che ho scattato.
Sono stata all'Expo due volte, la prima a Settembre e la seconda ad Ottobre.
Purtroppo, non potendomi prendere giorni di permesso dal lavoro, sono dovuta andarci per forza nel weekend: la prima volta un sabato e la seconda una domenica.
Grandissimo errore! Impossibile muoversi!
Ho visitato davvero pochi padiglioni perché c'era tantissima gente e almeno un'ora di coda, anche in quelli meno visitati, dovevi fartela.
Gli unici padiglioni nei quali riuscivi ad entrare velocemente, e anche ad uscirne, erano quelli dei Paesi minori (Grecia, Egitto, i Paesi Africani, quelli Caraibici ecc ecc ecc).
I padiglioni, visti dall'esterno, erano particolari e molto belli, valeva la pena anche solo farsi una passeggiata per ammirare le loro strane strutture.
Dall'interno ce n'erano alcuni molto interessanti come la Spagna, l'Angola e la Malaysia mentre altri che non valevano assolutamente la lunga coda per l'ingresso.
In generale è stata comunque una stancante ma comunque stupenda esperienza.
Quello che ho voluto fare a tutti i costi, nonostante i prezzi un po' altini, è di provare i piatti più strani dai vari paesi, come per esempio il piatto creolo di Haiti e il Safari Burger dello Zimbabwe e li ho trovati buonissimi!!
Anche se ero molto stanca, sono rimasta fino alla sera per poter ammirare lo straordinario spettacolo dell'albero della vita, un'esperienza di luci, colori e suoni mozzafiato!




















 

sabato 24 ottobre 2015

La strada fra le montagne - Elizabeth McGregor

Casa editrice: SONZOGNO
Anno di pubblicazione: 2004
Nr. pagine: 394
Prezzo di copertina: € 6,50

Voto personale: ❤❤
 
 
 
 " Oxford, dieci anni fa. Anna e David sono studenti universitari e sono innamorati. Perdutamente. Fanno sogni di vita insieme, di viaggi lontani, in Cina, sulle orme di Ernest Wilson, l'esploratore che a cavallo del '900 andò alla scoperta delle meraviglie botaniche dell'Oriente. Poi un giorno, all'improvviso, Anna se ne va, senza una parola. Boston, oggi. David ritrova Anna, che giace in coma in un letto d'ospedale in seguito a un incidente, e scopre l'esistenza di Rachel, la figlia che non sapeva di avere, il 'perchè' della fuga precipitosa di dieci anni prima: una bambina molto dotata, ma chiusa in un mondo tutto suo. Nel silenzio ovattato della stanza, pensieri e ricordi s'intrecciano, mentre l'affascinante racconto del meraviglioso viaggio in Cina, a lungo sognato, diventa il ponte che David getta alle sue due 'donne' per invitarle a percorrere la distanza che le separa da lui... e dal mondo. Un grande romanzo che racconta, con intensità poetica, di viaggi del cuore e della mente, viaggi diversi ma con un unico scopo: ritrovare qualcosa di sconfinata bellezza che potrebbe altrimenti perdersi per sempre. "
 
Anna e David si sono conosciuti al liceo e si sono innamorati.
Lei è un'artista di Boston in viaggio per motivi di studio ad Oxford e lui uno studioso di botanica.
Poi ad un certo punto lei scopre di essere incinta e spaventata ritorna a Boston dalla madre dove, senza dire nulla a David, da alla luce la piccola Rachel, una bambina autistica.
Nonostante le innumerevoli lettere e telefonate da parte di David, Anna non vuole spiegare il motivo per cui lo ha lasciato e fa perdere così le sue tracce. David, pensando che lei non lo ami più,  si rassegna e cerca di dimenticarla.
Dieci anni dopo Anna subisce un grave incidente in autostrada e rimane in coma nel letto dell'ospedale.
Sua mamma Grace che non riesce ad accettare James, l'attuale compagno di sua figlia, decide di chiamare David ed informarlo della situazione in cui si trova Anna, svelandogli di avere una figlia di nome Rachel e chiedendogli di venire subito in ospedale.
David, inizialmente scioccato e  contrariato, decide poi di prendere un volo per Boston ed andare quindi da Anna e conoscere per la prima volta sua figlia.
Subito James si intromette pensando di sapere meglio di David, e perfino della mamma Grace, cosa sia meglio per Anna e Rachel.
James non sembra realmente innamorato di Anna, di fatti la tradisce diverse volte con diverse donne , anzi sembra molto più interessato a far soldi vendendo le opere di Anna.
E proprio mentre lei si trova in coma , lui ruba dalla sua casa tutti i suoi quadri e li porta alla sua galleria per venderli convinto che Anna ormai non ha più speranze e che per lei sia giunta ormai la morte.
Intanto David scopre i motivi per cui Anna lo ha lasciato dieci anni fa e decide di restarle accanto e di prendersi cura della difficile Rachel.
Le infermiere consigliano ai familiari di parlare con Anna e di posare in mano diversi oggetti per lei importanti che possano aiutarla ad uscire da questo stato di incoscienza in cui si trova e di fatti questo funziona e Anna si risveglia dal coma.
 
Raccontata in questo modo la storia può sembrare anche interessante, drammatica e commovente (ovviamente sono stata molto breve e concisa) , in realtà devo dire che non mi è proprio piaciuta.
Ho trovato questo libro molto noioso e ho dovuto proprio saltare diverse pagine, cosa che non faccio mai, perché mi era impossibile continuare a leggerle.
In particolar modo mi riferisco ai brevi capitoli (4-5 pagine al massimo) in cui Anna, addormentata dal coma, sogna di compiere il viaggio che David aveva progettato per loro dieci anni prima: un lungo viaggio attraverso le montagne della Cina per ripercorrere le orme di Ernest Wilson, un botanico idolo di David, che ha scoperto diverse specie di fiori e le ha poi diffuse in tutto il mondo.
Si susseguono pagine e pagine di descrizioni ossessive di piante e fiori e liste interminabili di nomi di specie in latino.
Proprio non ce l'ho fatta e sono passata oltre.
E poi non ho capito alcuni passaggi del libro: ma Garret che fine fa? Per quale motivo Anna è scappata da David? Che cosa vuol dire che ha visto in lui qualcosa di simile a suo padre ( il padre di David) che l'ha spaventata? Garret picchiava le donne con cui andava a letto? E Grace muore mentre Anna si risveglia dal coma?
Mi sembra un libro che cura decisamente troppo l'ambientazione e quello che gli sta intorno,  chiudendo però in qualche modo la storia principale senza preoccuparsi che abbia un senso logico.
 
Magari sono io che non capisco niente di questo genere e non ho colto il senso del libro... Mi piacerebbe davvero sentire il parere di qualcun'altro al quale sia capitato di leggere questo libro.

lunedì 19 ottobre 2015

Il miglio verde - Stephen King

Casa editrice: SPERLING & KUPFER
Anno di pubblicazione: 2013
Nr. pagine: 572
Prezzo di copertina: € 11,90

Voto personale: ❤❤❤❤❤
 


" Nel penitenziario di Cold Mountain, lungo lo stretto corridoio di celle noto come "Il Miglio verde", i detenuti come lo psicopatico "Billy the Kid" Wharton o il demoniaco Eduard Delacroix aspettano di morire sulla sedia elettrica, sorvegliati a vista dalle guardie. Ma nessuno riesce a decifrare l'enigmatico sguardo di John Coffey, un nero gigantesco condannato a morte per aver violentato e ucciso due bambine. Coffey è un mostro dalle sembianze umane o un essere in qualche modo diverso da tutti gli altri? "  

La storia viene narrata dal protagonista Paul Edgecombe, ormai vecchio dall'ospizio di Georgia Pines, dove finalmente decide di liberarsi di un grosso peso che lo ha tormentato per tutta la vita , mettendo su carta quando successo in passato quando ancora lavorava come guardia carceraria al Blocco E del penitenziario di Cold Mountain.
Lui e i suoi colleghi Brutus , Dean , Harry e il difficile ed insopportabile Percy, si occupano di sorvegliare i condannati a morte che percorreranno il loro ultimo miglio , Il Miglio Verde, verso l'esecuzione sulla sedia elettrica, Old Sparkly.
Durante la loro carriera si susseguono detenuti più o meno difficili e problematici, ognuno dei quali viene descritto accuratamente nel libro e ne viene raccontata la morte.
Poi un giorno arriva nel carcere John Coffey ("Come la bevanda ma scritto in modo diverso"), accusato di aver stuprato e ucciso due gemelline, Cora e Kate Detterick.
John Coffey è un omone nero, grande e grosso come un armadio, silenzioso e strano, che lascia totalmente perplesse le guardie carcerarie per il suo atteggiamento smarrito, da bambino.
Inoltre il detenuto ha dei poteri speciali in grado di guarire le persone.
Come può una persona così, "un dono di Dio" come lo definiscono i protagonisti, aver fatto del male a due bambine indifese?
John Coffey è innocente o colpevole? Cosa successe quella notte nella fattoria dei signori Detterick?
Ma soprattutto , come potranno Paul e i colleghi uccidere una persona così buona di cuore?

Non so quante volte mi sia capitato di vedere in tv la pubblicità di questo film trasmesso su rete 4 o altri canali, ma mi è sempre sembrato come un filmone di quelli pesanti e mi sono sempre rifiutata di vederlo.
Quando mi è stato prestato questo libro infatti non avevo molta voglia di leggerlo, ma l'ho presa come una sfida ed ho iniziato.
I primi capitoli effettivamente li ho trovati pesanti, scritti in un linguaggio duro da comprendere, che non scorre affatto. Ho dovuto rileggere più volte diverse frasi per capire di cosa si stava parlando.
Poi la svolta. Quando inizi ad entrare nel vivo della storia , allora cominci a perderti e ti accorgi di aver letto il libro in un batter d'occhio.
Ovviamente per curiosità sono andata immediatamente a guardarmi anche il film...

L'ho trovata una riproduzione perfetta del libro e mi è piaciuto tantissimo!
Tutti i personaggi, le scene , perfino le battute dei personaggi sono identiche al libro e i protagonisti sono esattamente come me li ero immaginati!
Lo consiglio in particolare (libro e film) a tutte le persone al quale piace farsi scappare una lacrima ogni tanto davanti ad una storia commovente.
 


 


giovedì 15 ottobre 2015

Tra la notte e il cuore - Julie Kibler

 
Casa editrice: GARZANTI LIBRI
Anno di pubblicazione: 2014
Nr. pagine: 362
Prezzo di copertina: € 9,90

Voto personale: ❤❤❤❤❤
 


" È mattina presto, e Miss Isabelle si ferma per un attimo sulla soglia di casa ad ammirare la luce dell'alba che colora di rosa i tetti della cittadina di Arlington, Texas. Come ogni lunedì sta aspettando Dorrie, la sua giovane parrucchiera, che per lei è diventata come una figlia. Da dieci anni è la sua cliente speciale, da dieci anni la sua richiesta è sempre la stessa: domare la sua vaporosa chioma in ordinati riccioli argentati. Ma non questo lunedì. Oggi Miss Isabelle sa che la sua vita fatta di piccoli riti e abitudini sta per essere rivoluzionata. Il passato è tornato a tormentarle l'anima e niente potrà più essere come prima. Con tutta la forza d'animo che riesce a raccogliere dopo novant'anni di vita, Miss Isabelle presenta la sua richiesta d'aiuto a Dorrie. Ed è una richiesta sconvolgente. Un lunghissimo viaggio in macchina verso Cincinnati, e bisogna partire subito. Senza spiegazioni. Dorrie esita, ma le basta uno sguardo negli occhi della vecchietta per capire che non può rifiutare. Mentre l'orizzonte inghiotte l'asfalto e il rosso del tramonto si dissolve in un cielo buio senza stelle, Miss Isabelle stringe tra le mani un antico ditale d'argento e sente il proprio cuore riaccendersi, come una notte di settant'anni prima, nel 1939. La notte in cui, mentre l'odio e la violenza dilagavano come un'epidemia, due occhi gentili avevano illuminato l'oscurità come un fulmine.  "
 
 
L’amicizia tra una donna di colore e un’anziana signora bianca. La prima lavora come parrucchiera e l’altra è una delle sue più affezionate clienti. Dal semplice lavoro nasce un’amicizia molto forte, tanto che Mrs Isabelle coinvolge Diane in un lunghissimo viaggio per andare ad assistere ad un funerale di una persona di cui Mrs Isabelle non vuole ancora svelare l’identità.
E’ così che l’anziana signora, che considera ormai Diane come una figlia, ripercorre la sua vita raccontando una storia d’amore struggente e piena di insidie e dolori che l’ha coinvolta, quando ancora troppo giovane si era innamorata perdutamente di un ragazzo di colore.
Una storia d’amore vissuta ai tempi della seconda guerra mondiale, periodo in cui la segregazione razziale era ancora molto sentita, i neri venivano considerati inferiori e costretti a vivere nella paura di essere maltrattati dai bianchi.
Robert è il figlio della donna che per anni ha fatto da domestica nella famiglia di Isabelle.
Isabelle è la figlia del dottore della città, unica figlia femmina di una famiglia ricca e privilegiata.
Isabelle non si è mai accorta di Robert, fino a quando una sera, mentre rischia di venire violentata da un altro ragazzo ubriaco, Robert non corre a salvarla e si offre di riaccompagnarla a casa.
I due ragazzi non riescono più ad ignorarsi e piano piano si avvicinano, istaurando prima un apparente rapporto di amicizia e successivamente dichiarando quell’amore reciproco che non riescono più a nascondere.
La situazione è molto complicata in quanto Isabelle non avrebbe mai il permesso della sua famiglia di sposarsi con un uomo povero e di colore, così i due ragazzi decidono di scappare e di sposarsi in segreto.
La famiglia di Isabelle però lo scopre e i fratelli della ragazza, accecati dall’odio, la riportano con la forza a casa mentre la madre riesce a far annullare il matrimonio.
Da quel momento la protagonista passa lunghi mesi di agonia, rinchiusa a chiave nella sua stessa stanza, non potendo più avere notizie del suo amato e custodendo nel cuore e nel ventre il frutto del loro amore.
Al momento del parto però la bambina le viene portata via ancora prima di poterla vedere e le viene comunicato che è nata morta.
Gli anni passano e nel frattempo Isabelle cresce facendosi forza e continuando a vivere la sua triste esistenza. Decide di trovarsi un lavoro e di andare a vivere lontano dalla sua famiglia cercando quanto più possibile di dimenticare Robert, il quale in apparenza, non avendola più cercata, sembra essersi dimenticato di lei.
Durante gli anni successivi Isabelle si rifà una vita, si risposa e nonostante il destino mette nuovamente Robert sulla sua strada i due non riescono, per diverse sfortunate circostanze, a riunirsi.
Veniamo poi riportati al giorno d’oggi e al misterioso funerale per il quale Mrs Isabelle e Diane hanno affrontato un lungo viaggio per assistervi.
Non vi racconterò il finale e non darò maggiori dettagli su quanto successo alla protagonista altrimenti rischierei di rovinarvi tutto.
Nel libro, parallelamente a questa, viene raccontata anche la storia di Diane e dei problemi della sua famiglia, in particolare con un figlio che ha perso la retta via, ma ho deciso di soffermarmi solamente sui racconti di Mrs Isabelle perché sono la base portante del romanzo.
L’ho trovato un libro molto interessante, scorrevole. Mi ha rapito nella lettura dalla prima all’ultima pagina e mi ha fatto lacrimare così tanto che mi sono sentita parte delle sofferenze della protagonista.
Amare così tanto una persona e non poterle stare vicino per colpa dell’ignoranza e della cattiveria di altri, soffrire per la perdita del proprio amore e della bambina che ti viene strappata dalle braccia, deve essere un dolore al quale è difficile sopravvivere ed è incredibile come Mrs Isabelle si sia rialzata ogni volta ed abbia continuato a vivere.
Consiglio vivamente la lettura di questo libro commovente che vi terrà incollati alle sue pagine fino alla fine.

 

martedì 13 ottobre 2015

Dov'è finita Audrey? - Sophie Kinsella

 
Casa editrice: MONDADORI
Anno di pubblicazione: 2015
Nr. pagine: 285
Prezzo di copertina: € 16,00

Voto personale: ❤❤❤❤



" Audrey ha quattordici anni e da tempo non esce più di casa. Porta perennemente grandi occhiali scuri, e non certo per fare la diva, ma perché questo è il suo modo per proteggersi dalle persone che la circondano e sfuggire al rapporto con gli altri. A scuola le è successo qualcosa di brutto che l'ha profondamente segnata, e ora Audrey è in terapia per rimettersi da attacchi d'ansia e panico che non le permettono di condurre una vita serena e avere contatti con il mondo esterno. Prigioniera nella propria casa, riesce a guardare negli occhi solo Felix, il fratellino più piccolo. Suo fratello Frank, invece, ha un anno più di lei ed è ossessionato dai videogames e - con grande preoccupazione della madre iperprotettiva e vagamente nevrotica - non si stacca un attimo dal computer e dal suo amico Linus che condivide la sua stessa mania. Quando Audrey incontra Linus per la prima volta, nasce in lei qualcosa di diverso, e piano piano riesce a trovare il modo di comunicargli le sue emozioni e le sue paure. Sarà questa la scintilla che aiuterà non solo lei, ma la sua intera famiglia scombinata. "Dov'è finita Audrey?" è un romanzo caratterizzato da una grande empatia in cui si ride e ci si commuove. Sophie Kinsella riesce ad alternare momenti di puro humour ad altri più seri e teneri con grandissima sensibilità, raccontando il percorso verso la guarigione di una fantastica e coraggiosa ragazzina e parlando al cuore di tutti. "
 
 
Chi come me ama moltissimo Sophie Kinsella e tutti i suoi romanzi, resterà di certo sorpreso da quest’ultima sua opera.
La protagonista del libro non è la solita donna stile Rebecca Bloomwood che all’inizio della storia combina qualche guaio e durante tutto il racconto cerca di uscirne creando delle situazioni imbarazzanti.
Si tratta invece di una ragazzina quattordicenne alle prese con veri attacchi di ansia e panico in quanto non riesce a relazionarsi con le altre persone. Questi suoi problemi sono stati causati da qualche avvenimento accaduto a scuola con le sue compagne di classe, probabilmente atti di bullismo. Unica nota negativa è per l’appunto non aver approfondito meglio questa parte.
A seguito di questi fatti Audrey lascia la scuola e rimane chiusa ogni giorno in casa con la mamma che, costretta ad abbandonare il lavoro, si prende cura di lei.
La protagonista, su consiglio della psicologa che la segue, cerca di affrontare i suoi problemi e le sue ansie tenendo un diario giornaliero filmato tramite una telecamera. L’obiettivo è quello di documentare quanto le succede intorno e di avvicinarsi alle altre persone avendo come riparo la telecamera e quindi creando un elemento che la possa distrarre dalle sue paure.
Nel romanzo veniamo a conoscenza di tutto il contesto familiare dove vive la ragazza. Una famiglia abbastanza normale dove la mamma è quella che decisamente porta i pantaloni, il papà che è più accondiscendente con i figli e lascia prendere le decisioni alla moglie ed un fratello con l’ossessione per i videogame.
Nella storia ha particolare importanza Linus, l’amico del fratello. Lui sembra capire Audrey come nessun’altro riesce a fare e tra i due nasce un’amicizia molto profonda che sarà fondamentale per la ragazza e per la sua guarigione.
Nonostante il romanzo tratti di un argomento serio, l’impronta della Kinsella è evidente.
Ho trovato esilaranti le scenette casalinghe tra marito e moglie e tra mamma e figlio. La comicità di Sophie Kinsella ha colpito ancora!

lunedì 12 ottobre 2015

La signora dei gelsomini - Corina Bomann

 
Casa editrice: GIUNTI EDITORE
Anno di pubblicazione: 2015
Nr. pagine: 480
Prezzo di copertina: € 11,90

Voto personale: ❤❤❤❤



" Il sogno d'amore di Melanie sta finalmente per realizzarsi: presto sposerà Robert, l'uomo che ama da sempre. Ma il destino sembra aver deciso diversamente: Robert rimane vittima di un terribile incidente e cade in coma. Devastata dal dolore, Melanie mette da parte la sua carriera di fotografa per rifugiarsi nella villa di campagna della bisnonna Hannah. A 96 anni, Hannah sa bene quali terribili prove può riservare l'esistenza, e decide di raccontare alla nipote la sua storia, accompagnando Melanie in un viaggio avventuroso e affascinante: dall'infanzia nell'esotica Saigon, dove Hannah fu separata dall'amata sorella adottiva, alla giovinezza nella Berlino degli anni Venti, dove vivrà un amore grande e impossibile, per poi cercare un nuovo inizio a Parigi come disegnatrice di cappelli. Una vita piena e drammatica, costellata di perdite ma anche di doni inaspettati: perché il segreto di Hannah è aver avuto la forza di non arrendersi mai. Riuscirà Melanie a trovare il coraggio di seguire le orme della nonna? È possibile ricominciare a lottare, quando la vita sembra averti strappato tutto quello che ami? "
 
 
Proprio pochi giorni fa vi ho presentato un libro di Corina Bomann "L'isola delle farfalle" che mi era piaciuto moltissimo. Ora torno a parlarvi di quest'altro suo libro che mi ha colpito ugualmente in quanto è evidente l'impronta della medesima scrittrice.
Questo romanzo inizia con un tragico evento. A poco tempo dal matrimonio e di ritorno da un viaggio di lavoro, la protagonista Melanie apprende che il suo futuro marito ha avuto un incidente e ed è ricoverato in ospedale; è in coma.
Dopo settimane di dolore, che Melanie passa in ospedale a vegliare su Robert, decide, non senza rimorsi, di prendersi una "pausa" e di andare qualche giorno a soggiornare nella villa, nella quale abitano le sue nonne (nonna e bisnonna), per ritrovare un po' della sua pace interiore.
Durante questo periodo la bisnonna, per risollevare la nipote, decide di fare una cosa che mai aveva fatto prima: dopo tanto tempo sceglie di raccontare la storia della sua vita, svelando così molti segreti che fino a quel momento erano rimasti nascosti nella sua mente.
Parla a Melanie della sua infanzia di privilegi, della sua adolescenza di orrori e di violenze e della sua maturità e l'incontro con il vero amore.
Tutto questo dà la forza necessaria alla protagonista di lottare per Robert, per la sua vita e di non arrendersi, ma di continuare a sperare.
L'ho trovato un romanzo molto coinvolgente ed interessante, pieno di dettagli che non rendono pesante o noioso il racconto, che risulta essere invece molto scorrevole.

domenica 11 ottobre 2015

Intriganti sospetti - Nicola Cornick

 
Casa editrice: HARLEQUIN MONDADORI
Anno di pubblicazione: 2005
Nr. pagine: 656
Prezzo di copertina: € 10,90

Voto personale: ❤❤❤❤



" Inghilterra, 1803. Qualcuno sta passando ai Francesi informazioni riservate che minacciano la sicurezza dell'Inghilterra, e tutti gli indizi fanno pensare che a capo della rete di spionaggio che opera nel Midwinter ci sia una donna. Per smascherarla, Justin, Duca di Kestrel, insieme ai fratelli Richard e Lucas e a un amico di vecchia data, Lord Cory Newlyn, ha elaborato un piano semplicissimo: ciascuno di loro fingerà di corteggiare una delle principali sospettate, in modo da raccogliere informazioni senza dare nell'occhio. Justin sceglie di concentrarsi sull'enigmatica Lady Sally, della quale è stato innamorato in passato; Richard si offre di riallacciare i rapporti con una vecchia conoscenza, Deborah Stratton, da poco rimasta vedova; a Cory, che segue gli scavi archeologici dei coniugi Odell, tocca in sorte la loro figlia Rachel, e Lucas, scapolo impenitente, finisce per cadere ai piedi della sensuale Rebecca. Ciò che nessuno di loro ha previsto è che quell'eccitante finzione possa trasformarsi in una travolgente storia d'amore. "
 
 
Oggi vi propongo un romanzo Harmony. Sono romanzi dal finale scontato e molto sdolcinati che a molte persone probabilmente non piacciono, ma per me sono come una droga e sono sicura di trovare qualcuno che la pensa allo stesso modo.
Di solito passo dei periodi a leggere romanzi più impegnativi ma poi arrivo ad un certo punto che ho assolutamente bisogno di rilassarmi e di leggere un Harmony per staccare un po'.  Si trovano ovunque e a prezzi bassissimi, quando li leggi le pagine scorrono velocissime, mi rilassano e mi fanno sempre vedere tutto in rosa! Ogni tanto mi capita di andare in qualche mercatino dell'usato e nella sezione dei libri ce ne sono sempre tantissimi, non riesco a resistere e ne compro una valanga, una valanga di "zucchero e inchiostro".
Questo romanzo è ambientato nell'Inghilterra del 1800 ed è diviso in tre parti. Tre storie d'amore diverse ma collegate tra loro da un inizio in comune.
Il primo libro "La passione di Rachel" getta le basi dell'intero romanzo, per proseguire poi negli altri due libri "Orgoglio e sentimento" e "Nobile Inganno".
Si inizia raccontando come i quattro protagonisti Justin, Richard, Lucas e Cory stiano cercando di smascherare la spia che trama contro l'Inghilterra a favore dei Francesi.
Gli uomini sospettano si tratti di una donna, pertanto elaborano un piano decidendo di corteggiare ognuno una delle possibili sospettate: Lady Sally, Deborah, Rachel e Rebecca. Il mistero è difficile da svelare, tutte e quattro le ragazze in questione partecipano regolarmente ad un gruppo di lettura organizzato da Lady Sally. Che sfruttino questo momento per portare avanti i loro piani contro il Governo Inglese?
Il corteggiamento ovviamente non è cosa semplice. Le ragazze appartengono ad ottime famiglie rispettabili e non si fanno di certo incantare facilmente, ma poco a poco le loro difese crolleranno. Ma con che coraggio i quattro gentiluomini, ora che anche loro provano dei reali sentimenti, smaschereranno il colpevole se esso si cela dietro le vesti delle fanciulle che amano?

Il muro invisibile –Harry Bernstein

Casa editrice: PIEMME
Anno di pubblicazione: 2009
Nr. pagine: 315
Prezzo di copertina: € 10,00

Voto personale: ❤❤❤❤
 



" Harry è un ragazzino di quattro anni, il più piccolo di cinque fratelli. Il padre, un ebreo immigrato dalla Polonia, lavora alle manifatture tessili, sperperando gran parte del suo salario al pub e sfogando sui figli la rabbia per una vita di stenti. La madre manda avanti la famiglia come può, ricorrendo a mille espedienti. La loro povera casa si allinea con altre simili su una strada di ciottoli di una cittadina industriale nel nord dell'Inghilterra. Una strada come tante, ma solo in apparenza, perché al suo centro scorre un muro invisibile: gli ebrei da una parte, i cristiani dall'altra. Due mondi con usanze, credenze, pregiudizi diversi si fronteggiano, quasi non fossero parte di un'unica realtà, quella della miseria. La Prima Guerra Mondiale incombe, e con essa eventi che cambieranno per sempre la vita della famiglia, e quella della strada. Ma solo l'amore contrastato di Lily, la sorella maggiore di Harry, per Arthur, un ragazzo cristiano, sarà in grado di aprire una crepa nel muro, lasciando filtrare un raggio di luce. "
 
Anche questo è uno dei libri che mi hanno prestato di recente e ne sono contenta perché se non lo avessero fatto magari non l’avrei mai letto. A me generalmente non piacciono i libri che trattano di argomenti duri come la persecuzione degli ebrei, non perché non mi interessi l’argomento ma perché sono scritti in un modo che non rende scorrevole la lettura. Ad esempio ho provato in passato a leggere Il Diario di Hanna Frank, Se questo è un uomo di Primo Levi e altri ma ricordo di averli iniziati senza poi riuscire a proseguire perché erano pesantissimi. (E’ anche vero che è passato molto tempo, magari dovrei riprovare!)
Questo racconto è ambientato in Inghilterra ai tempi delle persecuzioni contro gli ebrei ed è raccontato interamente dagli occhi del protagonista quando era bambino, non potrebbe mai essere pesante! Harry racconta ogni episodio con l’innocenza tipica dei bambini per cui anche un episodio triste è raccontato con un velo di dolcezza e tante volte riesce anche a far sorridere.
Ottima lettura!
 

venerdì 9 ottobre 2015

L'isola delle farfalle - Corina Bomann

 
Casa editrice: GIUNTI EDITORE
Anno di pubblicazione: 2012
Nr. pagine: 512
Prezzo di copertina: € 9,90

Voto personale: ❤❤❤❤



" Mentre assiste impotente alla fine del suo matrimonio, Diana, una giovane avvocatessa berlinese, parte per l'Inghilterra per rivedere l'amata zia in punto di morte. Nelle sue ultime parole, la zia accenna a un segreto di famiglia custodito gelosamente per lunghi anni, chiedendo alla nipote di riportarlo finalmente alla luce. Seguendo le sue indicazioni, nell'antica e lussuosa dimora di Tremayne House, Diana rintraccia alcuni oggetti, tra cui una vecchia foto ingiallita che ritrae una donna di fronte a una casa tra le palme. Si tratta forse della bisnonna che un tempo viveva in Sri Lanka? Diana parte per quelle terre lontane alla ricerca delle proprie origini, e sull'isola delle farfalle scopre l'antica profezia che ha cambiato per sempre il destino della sua famiglia, un amore proibito e mai dimenticato, e la strada per ritrovare finalmente se stessa. E sarà proprio una farfalla a indicarle la via. "


Questo è uno tra i tanti libri che mi ha prestato mia zia da leggere durante l’estate. L’ho trovata davvero una lettura piacevole e molto scorrevole che mi sento di consigliarvi.

Sono una ragazza sdolcinata e adoro i romanzi d’amore soprattutto se sono ambientati nelle epoche passate. Fare un salto temporale nello Sri Lanka e “vivere” per un po’ all’interno di una piantagione di the è stato davvero molto emozionante.

A volte mi sono trovata a leggere libri dove c’erano continui flash back e passaggi tra presente e passato con la costante sensazione di aver perso qualche dettaglio o di non aver capito qualche pezzo del racconto, ma in questo libro è tutto molto chiaro e coinvolgente.

Trovo che questa scrittrice abbia un’eccezionale capacità di trasportare lo scrittore nei paesaggi di cui racconta descrivendo in modo accurato i particolari come i profumi, i rumori, le sensazioni senza però risultare pesante e noiosa.

Insomma, non so che altro dire se non grazie Zia Milly!

Grey - E L James

Casa editrice: MONDADORI
Anno di pubblicazione: 2015
Nr. pagine: 583
Prezzo di copertina: € 19,00

Voto personale: ❤❤❤❤❤
 
 
  

" Christian Grey ama avere il controllo su tutto: il suo mondo è ordinato, metodico e completamente vuoto fino al giorno in cui Anastasia Steele irrompe nel suo ufficio come un turbine con il suo corpo incantevole e i suoi splendidi capelli castani. Lui cerca di dimenticarla, ma invece viene travolto da una tempesta di emozioni che non riesce a capire e a cui non può resistere. A differenza di tutte le donne che Christian ha conosciuto prima di lei, Ana, timida e ingenua, sembra arrivargli dritto al cuore, un cuore freddo e ferito, e vedere oltre la sua immagine di imprenditore di successo e il suo stile di vita esclusivo e lussuoso. Con Ana, Christian riuscirà a scacciare gli incubi della sua infanzia e i fantasmi del passato che lo perseguitano ogni notte? Oppure i suoi oscuri desideri sessuali, la sua ossessione per il controllo e l'odio verso se stesso che riempiono la sua anima allontaneranno Ana e distruggeranno la fragile speranza che lei gli sta offrendo? "
 
Premetto che sono una fan sfegatata di Cinquanta sfumature & CO, sia libri che film ovviamente!
Ho acquistato questo libro verso gli inizi di Luglio ma tra una cosa e l’altra è rimasto sul mio comodino fino ad inizio Agosto.
 
Non potete capire che voglia di leggerlo avevo, ma in quel periodo mia zia sembrava che non potesse fare a meno di prestarmi libri da leggere e io non riesco mai a rifiutare, quindi leggevo quelli mentre Grey restava sempre sul mio comodino.
Poi finalmente sono partita per le vacanze e me lo sono portato in valigia!!! Da quando ho iniziato la prima pagina mi ha completamente rapita, l’ho letto in tre giorni!
Semplicemente fantastico! Mi è piaciuto molto di più che Cinquanta Sfumature, perché la stessa storia rivista dal punto di vista di Mr Grey ha tutto un altro significato.
Lui è un uomo totalmente disturbato, ma da un certo punto di vista è una persona interessante, un bambino che ne ha subite di ogni tipo e che una volta cresciuto si è trasformato in un individuo così oscuro. Il racconto della sua vita mi ha coinvolto e appassionato moltissimo.
Conduce una vita spettacolare, da ultra ricco, fatta di lavoro e allo stesso tempo di svaghi. E' impressionante come tiene il controllo di ogni piccolo dettaglio della sua esistenza e di quella delle persone che gli interessano, in particolar modo di Anastasia.
Non vedo l’ora che esca il secondo film e aspetto con impazienza l’uscita di un seguito a questo libro. Uscirà vero?! Verooo??!!
Voi preferite il film o i libri? Che ne pensate?