sabato 27 maggio 2017

Prossime uscite in libreria: Giugno 2017

Buongiorno a tutti cari lettori!
Il mese scorso ho avuto un sacco di impegni e purtroppo non sono riuscita a seguire molto il blog e a pubblicare il mio articolo sulle uscite in libreria nel mese di Maggio.
Rimedio immediatamente!
Ecco qui sotto una lista di libri che arriveranno in libreria a Giugno.
Che ne pensate?
Ultimamente sono più indirizzata verso la lettura dei thriller per cui credo che questo mese sceglierò "Il giardino delle farfalle" di Dot Hutchison.
Ma anche gli altri sembrano molto interessanti...


01/06/2017
Tre casi scottanti - Mario Mazzanti (Newton Compton Editori)


È una mattina di un freddo novembre, quando Ami, una ragazzina di origine senegalese che vive in un paesino lombardo, esce per andare a scuola.
Non farà mai ritorno a casa. A coordinare le indagini è il commissario Sensi, ma l’aiuto di Claps, un rinomato profiler non più in attività, sarà fondamentale… Sempre Claps sarà determinante per la svolta in un altro caso: Giacomo Riondino è evaso, lasciando una scia di sangue dietro di sé. Sette anni prima lo psichiatra aveva iniziato a collaborare con la polizia proprio su Riondino: due donne rapite, segregate, seviziate e infine uccise. Il colpevole era stato catturato, ma le perizie avevano subito evidenziato in lui una rara e inquietante patologia psichiatrica. Una caccia molto particolare, perché riporta a galla un passato doloroso, e perché Riondino è vicino, molto più vicino di quel che sembra…
Nel racconto che affianca questi romanzi, Mazzanti ci porta invece in una Monza estiva e semideserta, dove qualcuno si ritrova coinvolto in una vendetta di cui è totalmente all’oscuro.


01/06/2017
La sottile arte di fare che c....o ti pare - Mark Manson (Newton Compton Editori)


Come imparare a smetterla di fare tutto quello che gli altri si aspettano da noi, diventare delle persone più autentiche e vivere come avremmo sempre voluto.
 Per decenni ci hanno ripetuto che il pensiero positivo è la chiave per avere una vita intensa e felice. «Fan***o la positività», afferma Mark Manson. «Cerchiamo di essere onesti, ogni tanto le cose non vanno come avremmo voluto, ma dobbiamo imparare ad accettarlo». L’autore, blogger seguitissimo, dice le cose come stanno: una dose di cruda, rinfrescante, pura verità. Il concetto sostenuto nel libro, avvalorato da studi accademici e arricchito da aneddoti di vita reali, è che migliorare la nostra vita non dipende dalla nostra capacità di affrontare con falsa positività le difficoltà che incontriamo, ma dall’imparare a riconoscerle. Una volta che abbracciamo le nostre paure, i difetti, le incertezze, possiamo cominciare a trovare il coraggio, la responsabilità, la curiosità, e il perdono che cerchiamo. La sottile arte di fare quello che c***o ti pare è uno schiaffo in faccia a chi non vede l’ora di risvegliarsi da un triste torpore e vivere secondo le proprie aspirazioni.

01/06/2017
Pocker di donne in cerca di cuori - Valentina Tomada (Newton Compton Editori)



 Valeria, dopo due anni di “clausura”, decide che è arrivato il momento di dare un calcio alla solitudine e di trovarsi un uomo. Impresa non di poco conto. Alle sue disavventure amorose fanno da contrappunto le amiche, baluardo contro le avversità: la bellissima Betta, con un debole per gli uomini dalla pelle scura, Gabriella, invischiata in una storia insoddisfacente, e Antonella, timida e succube dei genitori. Quattro donne, quattro amiche, giocano una partita importante: essere felici e realizzate a quarant’anni. Fra madri assenti che usano il cibo come surrogato di loro stesse e principi tutt’altro che azzurri, Valeria, Betta, Antonella e Gabriella sfidano il destino, complici e solidali. Sarà poker di regine o le ragazze si dovranno accontentare solo di qualche due di picche?

06/06/2017
Il mistero della suprema felicità - (Guanda)


Su un marciapiede di cemento un neonato compare all'improvviso, appena dopo la mezzanotte, in una culla di rifiuti... "Nessun angelo cantò, nessun uomo saggio portò doni, ma un milione di stelle apparvero a Oriente ad annunciare la sua venuta." In un cimitero di città un abitante srotola un logoro tappeto persiano tra due lapidi... "Come per un suo gioco personale, mai le stesse per due sere consecutive." In una valle innevata... "Dove le lapidi spuntavano da terra come denti di bambini" un padre scrive alla sua bimba di cinque anni per raccontarle quante persone hanno assistito al suo funerale... "Come faccio a spiegarti cos'è centomila, se sai contare solo fino a cinquantanove? Proviamo a ragionare in stagioni? Pensa a quanti papaveri rossi fioriscono nei prati in primavera..." In un appartamento al secondo piano, sorvegliato da un gufetto, una donna sola nutre un piccolo geco con zanzare morte... "Ecco cosa avrei dovuto fare" pensò "l'allevatrice di gechi." E alla pensione Paradiso, due persone che si conoscono da tutta la vita dormono abbracciate come se si fossero appena conosciute.






14/06/2017
La ragazza italiana - Lucinda Raley (Giunti Editore)




Napoli, 1966. Rosanna Menici è una bambina con un dono speciale: una voce straordinaria in grado di incantare chiunque la ascolti. Il suo talento viene subito notato dal giovane Roberto Rossini, brillante studente della Scala di Milano, che durante una visita a Napoli incoraggia la famiglia Menici a coltivare le doti di Rosanna, presentandola a uno dei grandi maestri della lirica. Un incontro, quello tra Roberto e Rosanna, che segnerà per sempre il loro destino. Milano, 1973. Rosanna, giovane donna sensibile e appassionata, ha finalmente realizzato il sogno di essere ammessa alla Scala di Milano. Inizia un periodo inebriante: il ritmo della metropoli, le estenuanti prove di canto, i primi gloriosi passi sul palcoscenico. E sarà proprio qui che i destini di Rosanna e Roberto si incroceranno di nuovo. Affascinata e spaventata da quell'uomo carismatico e sfuggente, sempre circondato da donne bellissime e acclamato nei teatri di tutto il mondo, Rosanna finisce per essere travolta da un sentimento potente e inarrestabile. Ma un segreto nascosto nel passato di Roberto e le oscure trame di una donna senza scrupoli minacciano il sogno d'amore di Rossana, e con questo anche la sua carriera e la sua vita...


15/06/2017
Il giardino delle farfalle - Dot Hutchison (Newton Compton Editori)


Vicino a una villa isolata c’è un bellissimo giardino dove è possibile trovare fiori lussureggianti, alberi che regalano un’ombra gentile e... una collezione di preziose “farfalle”: giovani donne rapite e tatuate in modo da farle assomigliare a dei veri lepidotteri. A guardia di questo posto da brividi c’è il Giardiniere, un uomo contorto, ossessionato dalla cattura e dalla conservazione dei suoi esemplari unici. Quando il giardino viene scoperto dalla polizia, una delle sopravvissute viene portata via per essere interrogata. Gli agenti dell’FBI Victor Hanoverian e Brandon Eddison hanno il compito di mettere insieme i pezzi di uno dei più complicati rompicapo della loro carriera. La ragazza, che si fa chiamare Maya, è ancora sotto shock e la sua testimonianza è ricca di episodi sconvolgenti al limite del credibile. Torture, ogni forma di crudeltà e privazione sembravano essere all’ordine del giorno in quella serra degli orrori, ma nella deposizione della giovane donna, che ha delle ali di farfalla tatuate sulla schiena, non mancano buchi e reticenze... Più Maya va avanti con il suo terrificante racconto, più Victor e Brandon si chiedono chi o cosa la ragazza stia cercando di nascondere...

15/06/2017
La casa in riva al lago - Ella Carey (Newton Compton Editori)


Anna vive a San Francisco e si è costruita un’esistenza tranquilla e ordinata, fatta di giornate costellate di abitudini in cui gli imprevisti sono ridotti al minimo. Il suo mondo viene completamente sconvolto quando suo nonno Max, di novantaquattro anni, la mette a parte di un sorprendente segreto: la loro era una famiglia aristocratica che ha perso tutto durante la seconda guerra mondiale. All’epoca Max era stato costretto a fuggire dalla Prussia, abbandonando un oggetto prezioso. Adesso, dopo oltre settanta anni, vorrebbe ardentemente che la nipote lo andasse a recuperare. Nonostante si senta confusa per quelle rivelazioni, Anna parte per la Germania. Sono tante le domande che affollano la sua testa: cosa ha mai lasciato di così importante, suo nonno? E perché le ha nascosto la verità per così tanto tempo? Sarà Wil, un uomo che Anna incontra durante il suo viaggio, ad aiutarla a far luce sul mistero che ha di fronte. Insieme,
scoprono che i segreti della sua famiglia sono collegati a un appartamento abbandonato a Parigi…


15/06/2017
La donna senza passato - Anna Ekberg (Narrativa Nord)


Louise Andersen non ricorda più nulla del suo passato, nemmeno il suo nome. Sa di chiamarsi Louise Andersen per via dei documenti che si è trovata addosso tre anni prima, quando ha ripreso i sensi dopo aver battuto la testa. Da allora si è costruita una nuova vita, senza mai guardarsi indietro: si è trasferita a Christianso, una minuscola isola danese, ha preso in gestione un caffè, si è fidanzata. Ma tutto cambia nell'attimo in cui un uomo varca la soglia del locale e riconosce in lei Helene Soderberg, la moglie scomparsa tre anni prima. L'esame del DNA lo conferma, perciò Helene segue Edmund, il marito, nella lussuosa villa di proprietà della sua famiglia nello Jutland, dove l'attendono i due figli. Essere circondata dai suoi affetti dovrebbe aiutarla a ritrovare la serenità, invece lei si sente sempre più inquieta. Sarà per la reticenza di Edmund, che si rifiuta di rispondere alle sue domande su ciò che le è accaduto, o per la sua insistenza nel non farla uscire da sola, a poco a poco Helene si convince che il marito non voglia affatto che lei riacquisti la memoria. Cosa le nasconde Edmund? Perché lei era fuggita da quella casa alcuni giorni prima dell'incidente? Perché si è svegliata coi documenti di un'altra donna? E chi è la vera Louise Andersen? Helene deve scoprire la verità, anche a costo d'inoltrarsi lungo un cammino costellato di menzogne, minacce e tradimenti che risalgono a un passato che nessuno vuole far tornare alla luce. Perché certi segreti è meglio che restino nell'ombra...



19/06/2017
Il silenzio della pioggia d'estate - Dinah Jefferies (Newton Compton Editori)


Dopo la morte del marito, Eliza, una giovane fotoreporter, si sente persa. A tenerle compagnia c’è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico decide infatti di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale. È l’occasione della sua vita e deve sfruttarla a ogni costo. Ma, al suo arrivo, una sorpresa l’attende: giunta al palazzo, conosce il fratello del principe, Jay, un ragazzo giovane, affascinante e dai modi gentili. Uniti dal desiderio di migliorare le condizioni della popolazione locale, che vive in estrema povertà, Jay ed Eliza scopriranno di avere più cose in comune di quanto potessero mai immaginare. Eppure la società indiana, molto tradizionalista, e le loro famiglie la pensano diversamente. E questo li costringerà a una scelta: fare ciò che tutti si aspettano da loro oppure seguire ciò che dice il cuore… 

22/06/2017
L'ultima perla - Leah Fleming (Newton Compton Editori)


1879, York. Greta Costello, in cerca di un lavoro per riuscire a sopravvivere, approfitta dell’occasione che le offre il vecchio gioielliere Saul Abrahams: lo aiuterà in laboratorio il sabato. Ben presto, però, il suo occhio per i dettagli, le lunghe dita e una rara capacità di riconoscere la bellezza convincono il vecchio Saul a insegnarle a infilare le perle. Greta svilupperà rapidamente una vera e propria abilità in quest’arte, che la condurrà, non senza dolori e difficoltà, verso una nuova esistenza.
1879, Scozia. Jem Baillie conosce l’immenso potere di una perla perfetta. Suo padre pescava perle sul fiume Tay e insieme a lui ne aveva trovata una fra le più stupefacenti e rare: per le dimensioni e la brillantezza l’aveva battezzata “Regina”. Ma uno sfortunato giorno la preziosa perla gli è stata rubata e da quel momento la vendetta è l’unica cosa che lega Jem al resto del mondo. Sarà proprio quella perla a unire, dalla Scozia all’America, i destini di tre vite che ignoravano di avere qualcosa in comune…

29/06/2017
Il segreto di Parigi - Karen Swan (Newton Compton Editori)


Da qualche parte lungo le strade di Parigi, si trova un appartamento sommerso da strati di polvere e segreti: è stracolmo di opere d’arte di inestimabile valore che sono rimaste lì, nascoste a tutti per decenni.
L’incarico di valutare questi tesori improvvisamente venuti alla luce è affidato a Flora, giovane e ambiziosa esperta d’arte, una donna in grado di mantenere il pieno controllo di se stessa durante un’asta da milioni di sterline ma che ha serie difficoltà ad accettare l’invito per una cena a lume di candela. In qualità di esperta, ha il difficile compito di tracciare la storia di ogni dipinto che si trova nell’appartamento e cercare di scoprire chi abbia tenuto nascoste quelle opere d’arte per così tanto tempo. E così Flora si ritrova catapultata in mezzo agli affari dei Vermeil, una famiglia del jet set internazionale che si muove tra Parigi e Antibes, e comincia a intuire che le cose non sono esattamente quelle che sembrano. Il brusco e minaccioso Xavier Vermeil sembra intenzionato ad allontanare Flora dagli affari della sua famiglia, ma cosa nasconde?






Costine di maiale al sugo

Questa mattina mi sono svegliata con una voglia matta di mettermi ai fornelli.
Volevo cucinare qualcosa di buono e saporito e ho pensato di fare le costine di maiale al sugo.
La ricetta è molto semplice da seguire, ci vuole molto tempo per la cottura ma alla fine il risultato è divino!


COSTINE DI MAIALE AL SUGO (x 4 persone)




Difficoltà: FACILE
Preparazione: 20 MINUTI
Cottura: 50 MINUTI

Ingredienti:
1 kg di costine di maiale
1 gambo di sedano
1 carota
1/2 cipolla bianca
vino bianco q.b.
500 gr di passata di pomodoro
olio evo q.b.
farina q.b.

Procedimento:
In una padella grande e antiaderente fate soffriggere la cipolla, la carota e il sedano (sminuzzati finemente) con un filo d'olio.


Infarinate le costine di maiale e fatele rosolare nella padella insieme al soffritto.


Aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare a fiamma alta.
Lasciate cuocere la carne per circa 10 minuti,  stando attenti che le verdure non si attacchino al fondo della padella.



Aggiungete anche la passata di pomodoro e coprite con il coperchio.
Ora dovrete lasciare cuocere per circa 50 minuti.
La carne per essere cotta alla perfezione deve risultare morbida e staccarsi con facilità dall'osso.
Nel caso il pomodoro si restringa troppo durante la cottura, potrete aggiungere un po' d'acqua.


Al termine dei 50 minuti le vostre costine di maiale al sugo saranno pronte, dovrete solo impiattarle e servirle in tavola!
Buon appetito!

martedì 23 maggio 2017

La bambina scomparsa - David Bell

Casa editrice: GIUNTI EDITORE
Anno di pubblicazione: 2016

Nr. pagine: 400

Prezzo di copertina: € 8,00


Voto personale: ❤❤




"La vita di Tom e Abby Stuart viene tragicamente sconvolta dalla misteriosa scomparsa della figlia dodicenne Caitlin. Ogni ricerca si rivela inutile e l'angoscia e il senso di colpa finiscono per distruggere il loro matrimonio. Quattro anni dopo, quando ormai ogni speranza sembra perduta, Caitlin ricompare all'improvviso: sporca e scarmigliata, ma sorprendentemente calma e per niente disposta a parlare di quello che le è accaduto. Quando la polizia arresta un uomo sospettato di essere coinvolto nel suo rapimento, la reazione della ragazzina lascia i genitori completamente spiazzati. Perché Caitlin rifiuta con fermezza di testimoniare contro quell'uomo? Cosa è successo veramente tra loro in quegli anni? E perché ha un atteggiamento così glaciale? A Tom restano solo due alternative: lasciare che il colpevole la faccia franca o tentare di scoprire da solo la verità. "

____________________

La storia è narrata da Tom, il padre di Caitlin.
Sua figlia è scomparsa da ormai quattro anni e lui continua a ripercorrere con la mente l'ultimo giorno in cui l'ha vista.
E' stato lui a permetterle, contro la volontà della madre, di portare a spasso il loro cane Frosty nel parco.
Ancora non riesce a non darsi la colpa per aver permesso con troppa leggerezza ad una dodicenne di andarsene in giro da sola.
Non voleva essere il classico padre rigido e severo che dice di no a tutto. Per quello c'era già Abby, sua moglie.


Il loro matrimonio è ormai agli sgoccioli e la causa scatenante è proprio la diversità di approccio alla tragedia che è capitata loro.
Abby si è completamente affidata alla sua fede e grazie alle premurose attenzioni, non del tutto disinteressate, del pastore Chris, ha deciso di voltare pagina e di continuare con la propria vita.
Tom invece non riesce a dimenticare.
Inizialmente ha creduto che qualcuno avesse rapito sua figlia ma Caitlin negli ultimi periodi si comportava in modo strano e Tom ha il dubbio che potrebbe essere scappata volontariamente lontano da loro.
Tom non vuole voltare pagina, anzi continua a fare il possibile per trovare una traccia che lo porti a scoprire cosa è successo alla sua bambina.


Un giorno la polizia convoca sia lui che la moglie in caserma. Hanno trovato Caitlin.
Il loro incontro con la figlia è l'opposto di quello che Tom si era sempre figurato nella sua mente.
Caitlin è fredda , glaciale e non sembra provare la minima emozione, ha solo voglia di essere lasciata andare per la sua strada.
Non vuole rivelare nulla di ciò che le è successo in questi quattro anni e men che meno fare il nome della persona che l'ha rapita.
Anzi la sua unica speranza è quella di riuscire a tornare da lui, alla vita che conducevano insieme.


Grazie ad un identikit fornita da una ragazza che ha visto Caitlin in un bar, la polizia riesce a risalire all'uomo che la rapita: John Colter, un cinquantenne tarchiato, con dei lunghi capelli unti e una passione risaputa per le ragazzine.
La sedicenne si rifiuta di testimoniare contro di lui ed è convinta di amarlo tanto quanto lui dice di amare lei.
I genitori di Caitlin sono scioccati.
Come può una ragazzina voler ritornare dall'uomo che l'ha rapita e tenuta prigioniera per quattro anni?
Se Caitlin non testimonia contro Colter, come possono fare per assicurarsi che quel mostro venga condannato alla galera?


__________________


Questo thriller mi ha davvero fatto venire i brividi.
E' impossibile non venire catturati da questa incredibile storia e soprattutto non coltivare antipatie e simpatie per i personaggi.
Anche se, a dir la verità, di simpatie ne ho provate ben poche perché ogni personaggio per ragioni diverse durante la storia, ha suscitato la mia rabbia.
Il peggiore di tutti è senza dubbio il rapitore: John Colter. Su questo non c'è dubbio.
Un cinquantenne che rapisce una ragazzina di dodici anni nel parco e la tiene prigioniera in casa per i suoi sudici scopi, è semplicemente disumano.
A seguire in questa classifica però ci vanno anche tutti gli altri personaggi.
Abby perché secondo me ha voltato pagina con troppa facilità, al punto che quando la figlia ritorna , in un primo momento, non la vuole neanche rivedere.
Il pastore Chris perché quatto quatto , con la scusa di voler dare una mano a superare la tragedia , si è approfittato di una situazione delicata per conquistare Abby, suggerendole addirittura di divorziare dal marito.
E Tom perché è un padre troppo permissivo e pensa che questo sia l'unico modo per poter avere un buon rapporto con la figlia, che rema contro alla moglie pur di rimanere un amico ai suoi occhi e che probabilmente non ha ben presente cosa voglia dire essere un buon genitore.


Consiglio la lettura di questo romanzo perché fa riflettere.
E' un thriller che rapisce l'attenzione sin dalla prima pagina, una storia che mi ha fatto accapponare la pelle.

lunedì 22 maggio 2017

L'autore della settimana: Roisin Meaney

ROISIN MEANEY





Irlandese, ha vissuto negli Stati Uniti, in Canada, in Africa e in Europa. Attualmente risiede in Irlanda, a Limerick. È autrice di diversi libri per adulti e per bambini. Molti dei suoi bestseller sono stati tradotti con successo all’estero: la Newton Compton ha pubblicato in Italia Cupcake Club, Cose incredibili che facciamo per amore e Un'estate così.


_______________
 
LE OPERE:


Cose incredibili che facciamo per amore (Newton Compton, 2013)




È una fredda serata di settembre e nella piccola cittadina di Carrickbawn la signorina Audrey Matthews, insegnante d'arte al liceo locale, sta per dare inizio a un corso di disegno per principianti, per arrotondare un po' e passare delle serate diverse in compagnia di gente nuova. Per Anna e Fiona queste lezioni sono un modo per distrarsi dalle frustrazioni quotidiane: Anna è stata appena lasciata dal marito che le ha preferito una donna più giovane; Fiona invece ha scoperto di essere incinta, ma per qualche ragione non riesce a trovare l'occasione giusta per rivelarlo a suo marito. Poi c'è il misterioso James che si è trasferito in città per iniziare una nuova vita, portando con sé sua figlia e anche uno scandaloso segreto del suo passato. E infine c'è Irene, che ha una bellissima casa, un marito di successo e una figlia perfetta, eppure sente che le manca terribilmente qualcosa. Tutti i martedì sera i partecipanti si riuniranno con l'unico scopo di dedicarsi a un piacevole passatempo, ma non sanno ancora che queste allegre e spensierate lezioni stanno per sconvolgere per sempre la loro vita. C'è chi scoprirà un talento nascosto, e c'è chi invece, inaspettatamente, troverà l'amore.


Un'estate così (Newton Compton, 2014)



Nell Mulcahy è cresciuta su un'isoletta al largo della costa irlandese e sta per sposarsi con il suo fidanzato storico, Tim, per poi trasferirsi a vivere con lui a Dublino. Le spese per le nozze, però, sono tante e la ragazza sta cercando disperatamente un modo per racimolare qualche soldo in più per avere finalmente la cerimonia perfetta che ha sempre sognato. Decide così di affittare durante l'estate il vecchio cottage che possiede sull'isola. In paese gira voce che quella casa sia stregata ma Nell non ha mai dato peso a queste dicerie di provincia. Ma quando tutto comincia ad andare a rotoli e anche il suo matrimonio sembra sul punto di essere annullato, perfino lei dovrà rimettere in discussione le sue convinzioni: la nostra vita è scritta nelle stelle o siamo noi i responsabili del nostro destino? Di sicuro, una sola cosa è certa: sarà un'estate che nessuno sull'isola potrà dimenticare facilmente.


Cupcake Club (Newton Compton, 2016)


📖  PRESENTE NELLA MIA LIBRERIA
👍  RECENSIONE SUL BLOG: Cupcake Club

Hannah è una vera maga in cucina: torte, pasticcini e dessert prelibati non hanno segreti per lei. Sin da bambina, il suo sogno è sempre stato quello di aprire un negozio dove vendere gustose e coloratissime cupcake. E finalmente sta per realizzarlo: il Cupcake Club sarà una novità assoluta per la tranquilla cittadina irlandese di Clongarvin, e lei è pronta a lavorare sodo perché sia un successo. Ma proprio il giorno prima dell'inaugurazione, la vita di Hannah viene sconvolta: il suo fidanzato, Patrick, le confessa di essere innamorato di un'altra e va via di casa. All'improvviso, il coronamento di un sogno sembra coincidere con il peggiore degli incubi. Hannah non può fare altro che rifugiarsi nel suo dolce mondo di pan di spagna appena sfornato, glasse al caffè, vaniglia, gocce di cioccolato e nocciole tostate. E dal bancone del suo negozio osserva la vita degli abitanti di Clongarvin, che continua a scorrere tra nuovi amori, pettegolezzi e colpi di scena. Ma presto Hannah scoprirà che anche per lei il destino ha in serbo una dolcissima sorpresa...


domenica 21 maggio 2017

A Torino per la mostra del Titanic

Su Internet ho scoperto della presenza di una mostra temporanea sul Titanic.
Io sono una grandissima fan del film di James Cameron sul Titanic, ho letto anche alcuni libri sull'accaduto e la sua storia mi appassiona moltissimo, per cui non ho potuto non organizzare una visita a Torino in occasione della mostra.






L'esposizione "TITANIC: THE ARTIFACT EXHIBITION" è aperta dal 18 Marzo e proseguirà fino al 25 Giugno presso la Società Promotrice delle Belle Arti a Torino.

INDIRIZZO:
Viale Diego Balsamo Crivelli, 11 - 10126 Torino

ORARI DI APERTURA:
Dal lunedì al venerdì e domenica: dalle ore 10,00 alle ore 20,00
Al sabato: dalle ore 10,00 alle ore 22,00
Aperta anche il 2 Giugno.

TARIFFE:
Costo del biglietto intero: € 16,00
Costo del biglietto ridotto (over 60, disabili): € 13,00
Costo del biglietto ridotto (bambini): € 8,00

PARCHEGGIO:
La Promotrice delle Belle Arti si trova in zona ZTL per cui noi abbiamo cercato parcheggio nelle zone a pagamento lungo il parco del Valentino.
Al Padiglione V del parcheggio vicino al palazzo di Torino Esposizioni, situato tra i viali Medaglie d'Oro e Ceppi, abbiamo lasciato la nostra auto dalle ore 10,00 alle ore 17,00 con un costo di € 10,00.


"TITANIC: THE ARTIFACT EXHIBITION"




Siamo nel 1908. La White Star Line decide la costruzione di due navi, cui farne seguire una terza: la classe Olympic.
Queste navi devono offrire lusso, velocità e sicurezza per competere con il Mauretania ed il Lusitania della concorrente Cunard.
La costruzione è affidata ai cantieri Harland & Wolff di Belfast.
Nel Marzo del 1909 viene impostato il Titanic.
Il nome è importante e sembra adattarsi perfettamente all'imponente mole del transatlantico che sta nascendo.

Il 10 Aprile 1912 il Titanic lascia il porto di Southampton pavesato a festa.
A bordo ci sono 2200 persone fra le quali la "crème" della società dell'epoca.
Dal lusso dei ponti superiori, alla elegante seconda classe, attraverso la più modesta terza classe destinata agli emigranti, giù giù fino ai locali caldaia dove sudatissimi fuochisti infornano carbone e scaricano ceneri ardenti, il Titanic può ben raffigurare la stratificazione della società del tempo.
La nave impersona l'orgoglio di un'epoca, la fiducia eccessiva nelle possibilità della tecnica, la presunzione di infallibilità: è infatti ritenuta da molti "inaffondabile".
Il Titanic dirige verso New York.
La velocità è di 20,5 nodi. A bordo si intrecciano feste, speranze, illusioni. Il mare è calmo. La temperatura molto bassa. Sono le 23.40 del 14 Aprile 1912.
Improvvisamente scoppia la tragedia. Le due vedette in coffa scorgono un iceberg dritto di prora a soli 400 metri di distanza.
L'allarme, la disperata accostata a sinistra e il tentativo di rallentare la corsa portando i telegrafi di macchina "indietro a tutta forza". Tutto inutile.
La nave ha appena iniziato l'evoluzione verso sinistra quando, con la carena, struscia contro la parte immersa dell'iceberg. Nell'urto, fra le lamiere danneggiate, si aprono numerose vie d'acqua che interessano ben cinque compartimenti stagni. Troppi perché la nave possa rimanere a galla.
L'ordine di abbandonare la nave è impartito dopo solo mezz'ora dalla collisione.
I passeggeri, dapprima increduli, cominciano di malavoglia a salire sulle scialuppe che si allontanano, almeno all'inizio, solo parzialmente cariche.
La nave immerge sempre più la prua fino a sollevare dall'acqua l'intera parte poppiera.
Alle 2.18 del 15 Aprile, con un forte boato, si spezza fra la seconda e la terza ciminiera.
La prua precipita verso il fondo e la poppa, dopo una parziale rotazione, la segue.
A bordo ci sono ancora oltre 1500 persone.
Settantatre anni dopo, nel settembre 1985, una spedizione scientifica franco-statunitense ritrova il relitto.
Il Titanic, spezzato in due tronconi, giace a 4000 metri di profondità in un punto situato a 49° 56' di longitudine Ovest e 41°43' di Latidune Nord.

(da mitidelmare.it di Duilio Curradi)




L'esposizione comprende pezzi autentici della nave, oggetti originali di proprietà dei passeggeri, la ricostruzione in scala reale di una cabina di prima classe, di una cabina di terza classe e del celebre ponte principale, reperti e filmati dell'epoca...

Lungo il percorso potrete sentire la sinfonia dei musicisti che fino all'ultimo secondo hanno suonato sulla nave e il rombo delle caldaie del Titanic che vi accompagneranno in questo viaggio emozionale.

Potrete toccare una reale parete di ghiaccio che vi farà comprendere le condizioni di freddo delle prime ore del mattino del 15 aprile 1912.

Un video vi mostrerà le dinamiche dell'affondamento della nave ritenuta da tutti "inaffondabile".

Il percorso terminerà infine con il memorial wall e l'elenco di tutti i passeggeri, tra dispersi e salvati, nella tragedia del Titanic.








La visita alla mostra ci ha occupato la mattinata, per cui avendo ancora il pomeriggio a disposizione abbiamo pensato di passeggiare con calma nel parco del Valentino e visitare il villaggio medievale di cui avevo sentito parlare.

Ma prima ci siamo fermati a pranzare in un ristorante scoperto, come al solito, con TripAdvisor.

IL BISTROT DELLA BOTTEGA DEL GUSTO
( Via Sant'Anselmo 4/F, angolo Via San Pio V, Torino)




Appena seduti al tavolo e prese le liste in mano ci siamo decisi a scegliere il menù di degustazione della carne cruda di fassone, tipica piemontese.
Con € 25,00 a testa abbiamo potuto assaggiare la carne di fassone condita in 5 modi diversi, il tutto accompagnato da acqua e 1/2 bottiglia di vino rosso.
Il sapore era fantastico, da lacrime agli occhi e il personale, molto gentile, ci ha raccontato con passione la preparazione di ogni portata.
Assolutamente da provare!

Nel pomeriggio abbiamo passeggiato all'interno del parco del Valentino.
Abbiamo scoperto il palazzo del Valentino, molto bello dall'esterno, ma purtroppo visitabile solo il 1° e il 3° sabato del mese previa prenotazione online di visita guidata.


In compenso ci siamo diretti verso il borgo medievale , situato alla fine del parco del Valentino, una vera chicca, da non perdere.
Si tratta di una ricostruzione creata nel 1884 quale Sezione di Arte Antica dell'Esposizione Generale Italiana di Torino.

IL BORGO MEDIEVALE
(Viale Virgilio 107, parco del Valentino - Torino)

Il borgo è situato all'interno di mura merlate e per accedervi è necessario camminare su un ponte levatoio.
Una volta varcata la soglia vi sembrerà di essere catapultati nel XV secolo.
Lungo la via del villaggio troverete antiche botteghe dove manifatturieri piemontesi vi mostreranno l'arte della lavorazione del ferro e della carta.
Il percorso continua poi verso la rocca e verso il giardino la cui visita si effettua a pagamento.










BORGO (ingresso libero)
Orario: da lunedì a domenica: 9:00-19:00 invernale; 9:00-20:00 estivo (cambiamento con l’introduzione dell’ora legale)

ROCCA + GIARDINO (ingresso a pagamento)
Ore 10-18. Ultima visita ore 17.15. Lunedì chiuso.
Intero: 6.00 € - Ridotto: 5.00 € - Gratuito il primo martedì del mese.
La visita è accompagnata da personale del museo, si svolge a gruppi (massimo 30 persone) e dura 45 minuti circa.

GIARDINO (ingresso a pagamento)
Aperto da aprile a ottobre.
Ingresso solo al Giardino: 3.00 € 






La rocca è interamente arredata nei minimi particolari poiché deve dare la sensazione al visitatore di presenziare realmente ad un momento della giornata dei castellani, quasi come se loro si stessero muovendo per le stanze davanti ai vostri occhi.
Ogni locale del palazzo è la riproduzione fedele di una particolare stanza di un diverso palazzo piemontese presente sul territorio.
Il percorso guidato inizia dalle stanze riservate ai soldati mercenari che difendevano la fortezza, continua attraverso le prigioni e prosegue verso le cucine, la sala del banchetto e le stanze signorili riservate ai nobili castellani.







E' un percorso estremamente interessante e abbiamo avuto la fortuna di avere per guida una signora preparata e capace di coinvolgerci con curiosità e particolarità dell'epoca.
Come ultima tappa si accede al giardino medievale, estremamente curato e frutto di ricerche approfondite su ciò che si usava coltivare all'epoca.





Ad un certo punto è arrivata l'ora di tornare a casa.
Ci piacerebbe però tornare a Torino e restare qualche giorno in più per visitare anche il centro del paese e gli altri luoghi di interesse più famosi come la Mole Antonelliana, Piazza Castello, il Duomo e tanto altro.
Nel frattempo vi lascio altre foto della nostra giornata in questa bellissima città piemontese.






lunedì 15 maggio 2017

L'autore della settimana: Elisa Gentile

ELISA GENTILE


È nata a Vignola (Modena), ha ventinove anni e da otto vive in Sicilia, dove ha seguito la famiglia e trovato l’amore. Ha cominciato a scrivere per passione delle fanfiction ispirate a Twilight, presentandole poi sul proprio blog. Solo un paio di anni fa, incoraggiata dalle sue lettrici, ha deciso di trasformarne una in un romanzo vero e proprio e pubblicarlo solo in versione digitale. Il libro ha scalato immediatamente le classifiche degli store online diventando un vero e proprio caso. La Newton Compton ha pubblicato La Trilogia delle bugie: Non meriti un minuto in più del mio amore, Ti amo perché sei bugiardo e Mi manchi, ti voglio, ti perdono.

_________________

Le opere:

Non meriti un minuto in più del mio amore (Newton Compton, 2015)


📖   PRESENTE NELLA MIA LIBRERIA
👍    RECENSIONE SUL BLOG: Non meriti un minuto in più del mio amore

Selvaggia ha sedici anni ed è la figlia di un noto petroliere italiano e di una ricca americana. Troppo presi dal lavoro e occupati a tradirsi reciprocamente, i suoi genitori non si sono mai interessati a lei. È cresciuta sola, nella sfarzosa casa di Manhattan, affidata alle cure amorevoli di Amelia, la governante. Jayden ha ventotto anni, è un ragazzo ricco, bello e determinato, anche se nel suo recente passato c'è un dolore che lo ha messo a dura prova. Quando Jayden vede Selvaggia a Central Park, viene colpito dai suoi modi eleganti, ma anche dalla sua acerba sensualità, ma non ha il coraggio di parlarle. I giorni passano e finalmente Jayden riesce ad avvicinarla. Inizia un romantico corteggiamento fatto di viaggi, cene romantiche e incontri molto sensuali. Nonostante l'attrazione che prova, Selvaggia, ancora sedicenne, è vergine e non vuole lasciarsi andare. Nel frattempo il passato di Jayden torna a bussare alla sua porta. E il suo passato si chiama Monya...


Ti amo perché sei un bugiardo (Newton Compton, 2015)


📖   PRESENTE NELLA MIA LIBRERIA
👍    RECENSIONE SUL BLOG: Ti amo perchè sei un bugiardo

Sono trascorsi due anni dall'incontro tra Jayden e Selvaggia. Lui pensava di aver finalmente trovato la sua anima gemella. Dopo i primi dubbi, Selvaggia si era lasciata andare. Si era innamorata. Follemente. Aveva creduto che fosse l'uomo della sua vita. E se per caso si fosse sbagliata? Quando il passato torna, improvviso, aggressivo e pronto a distruggere, Jayden si lascia sedurre dal fascino insidioso dei ricordi, mentre Selvaggia è travolta da un dolore mai conosciuto prima. E se alla fine Jayden capisse di aver rinunciato alla cosa più bella che potesse avere? Le bugie, a volte, non concedono una seconda possibilità...


Mi manchi, ti voglio, ti perdono (Newton Compton, 2016)


📖   PRESENTE NELLA MIA LIBRERIA
👍    RECENSIONE SUL BLOG: Mi manchi ti voglio ti perdono

"Selvaggia adesso ha in mano un potere che può annientarmi in un solo secondo. Il mio cuore è tra le sue dita. Può scegliere di stringerlo e strapparlo come io ho fatto con lei, o perdonarmi e riprendermi al suo fianco". La vita di Jayden è finita quando Monya è rientrata a farne parte. Accecato da quello che credeva amore, ha abbandonato Selvaggia, l'ha umiliata e le ha strappato una figlia. Ora, scoperto l'inganno, non riesce a darsi pace. Quando Selvaggia tenta il suicidio, nel letto d'ospedale in cui è ricoverata, Jayden le parla, dichiarandole che il suo amore è ancora intatto. Ma lei non può sentirlo, è in coma. E quando si risveglierà, cosa deciderà? Forse è troppo tardi per tornare indietro?


Voglio noi (Newton Compton, 2017)


Celeste ha poco più di vent’anni ed è la madre di Axel. Ma Celeste è anche Cleo, ovvero la ragazza che lavora part-time in un supermercato e vive una storia d’amore molto passionale con un ammiraglio della Marina inglese. E infine, Celeste è Blue, una spogliarellista in un locale che si chiama Sublime… Matteo ha quasi trent’anni, ha lasciato Bologna per sfuggire al suo passato e si è trasferito a Vignola, dove vive insieme alla sua compagna, Lea. A loro Celeste lascia Axel quando la notte lavora al Sublime. Matteo la disprezza per questo. Durante l’addio al nubilato di un suo amico, il ragazzo scopre che Celeste e Blue sono la stessa persona. A questo punto, l'astio nei suoi confronti si trasforma in vero odio, prima di lasciare spazio a un sentimento travolgente che mai avrebbe pensato di poter provare…